Passionate People

Esperienze, racconti, emozioni

di un mondo senza barriere.

Che cos’è un deambulatore?

Un deambulatore è un dispositivo utilizzato da coloro che hanno delle difficoltà motorie per migliorare la stabilità, la sicurezza e la manovrabilità!


Se soffri di problemi di mobilità forse è arrivato il momento di utilizzare un deambulatore. Non hai idea di cosa possa essere? Nessun problema! In questo articolo troverai tutte le informazioni che cerchi. Cos’è un deambulatore? Quali modelli ci sono e come scegliere quello giusto?


Perché una persona utilizza un deambulatore?


Se una persona non è in grado di rimanere in piedi da sola, e rischia continuamente di cadere, potrebbe essere necessario utilizzare un deambulatore per garantire la stabilità e la sicurezza dell’utente. Il deambulatore, infatti può essere usato come sostegno quando si cammina, riducendo il carico sugli arti inferiori e sui fianchi.


Quando non si utilizza un deambulatore, le persone che non riescono a rimanere in piedi corrono un rischio maggiore di cadere. Situazioni come queste, possono verificarsi se l’utente non riesce a sollevare i piedi da terra, con il rischio di inciampare. Soprattutto per le persone anziane, queste cadute possono portare a numerose problematiche. Le ossa rotta richiedono molto più tempo per guarire e quindi lunghe degenze in ospedale o nelle cliniche di riabilitazione.


Chi può consigliare un deambulatore?


Solitamente, un deambulatore viene raccomandato a un paziente da un medico, un infermiere o un altro operatore sanitario (ad esempio un terapista occupazionale). Viene prescritto un deambulatore per mantenere la sicurezza del paziente quando si mobilita autonomamente.


Quando è stato inventato il primo deambulatore?


I primi deambulatori risalgono alla fine degli anni ’40, più precisamente nel Regno Unito. In un secondo momento, il deambulatore fu preso da una società americana chiamata Zimmer Holdings, dove fu “perfezionato” e migliorato.


I deambulatori che conosciamo oggi hanno un design relativamente moderno. In realtà la nascita di questi ausili risale al I secolo, dove le illustrazioni su un vaso di terracotta egiziano raffigurano una scena che coinvolge un individuo che cammina con un deambulatore. Ora questo vaso di terracotta può essere visitato al British Museum di Londra.


Allo stesso modo, all’inizio del XVI secolo, Hieronymus Bosch dipinse un quadro che includeva un uomo in piedi con quello che sembrava un deambulatore, progettato con quattro piccole ruote attaccate al fondo per muoversi insieme all’utente che cammina.


Questi sono solo due esempi di deambulatori utilizzati nel corso della storia. Nonostante, questi ausili sono stati perfezionati nel XX secolo, è frettoloso suggerire che siano stati inventati di recente.


Quali modelli di deambulatore ci sono nel mercato?


Esistono diversi tipi di deambulatore, da quelli senza ruote, a quelli a due o quattro ruote. Ci sono dei deambulatori che sono anche semi-motorizzati. Quest’ ultimo modello è perfetto per coloro che richiedono maggiore assistenza quando si cammina in modo indipendente.


Sul sito www.invacare.it si possono trovare i rollator. Si tratta di un prodotto leggermente ingombrante, con ruote robuste e resistenti, ideali per tutti i tipi di ambiente. Questi deambulatori sono dotati di freni e di un cestino per riporre oggetti come ad esempio la spesa.


Come scegliere un deambulatore?


Quando si tratta di scegliere un deambulatore è bene consultarsi con un rivenditore che ti aiuterà nella scelta del prodotto, più adatto alle tue esigenze. Una volta identificati una serie di modelli, non resta che decidere quale tra questi attira di più la tua attenzione!


Il deambulatore ha bisogno di ruote?


Un deambulatore non ha necessariamente bisogno di ruote, alcuni modelli non le hanno affatto. In generale, i deambulatori con le ruote sono più adatti alle persone che si stancano più facilmente. Le ruote consentono una spinta più fluida del deambulatore e quindi richiedono uno sforzo minimo da parte dell’utente.


Quali sono i vantaggi nell’utilizzare i deambulatori?


Ci sono molti vantaggi che si possono ottenere dall’utilizzo di un deambulatore. Alcuni di questi sono:

  • Maggiore sicurezza: l’uso di un deambulatore è un valido aiuto per prevenire inciampi e cadute. Ciò è particolarmente importante per le persone anziane, poiché una caduta può avere conseguenze disastrose con l’aumento dell’età e della fragilità.
  • Più indipendenza per l’utente: sia per gli anziani sia per le persone con disabilità, l’utilizzo di un deambulatore può migliorare il loro livello di autonomia. Riuscire a camminare senza l’aiuto di un’altra persona, significa riuscire a svolgere anche le mansioni più semplici.
  • Utilizzare un deambulatore, non è solo praticare dell’esercizio fisico, ma offre l’opportunità all’utente che lo utilizza di impegnarsi in piccole attività, come ad esempio, camminare per casa oppure uscire nel proprio giardino con il proprio deambulatore
  • Si rimane di più in piedi: senza l’uso di un deambulatore, le persone con problemi di mobilità potrebbero avere molte meno probabilità di rimanere in piedi regolarmente. Sono così costrette a rimanere seduti per tutto il giorno. Ma non è una soluzione! Infatti, è dimostrato che per più tempo si rimane seduti maggiore è la probabilità di avere dei problemi di postura. Avere un deambulatore che consente all’utente di rimanere in piedi più liberamente è una cura preventiva contro la postura scorretta e i problemi che ne derivano.
  • Riduce lo stress sul corpo: distribuendo il peso del corpo in modo più uniforme, infatti la parte superiore del nostro corpo supporta parte dello sforzo della deambulazione, riducendo al minimo lo stress corporeo


Altri vantaggi possono essere, la possibilità di fare passeggiate più lunghe e l’uso di deambulatori durante il recupero dopo un intervento chirurgico. Non ti resta che scegliere il modello più adatto alle tue caratteristiche!