Passionate People

Esperienze, racconti, emozioni

di un mondo senza barriere.

Doccia per disabili: niente panico!

Per molte persone concedersi una doccia è un rituale quotidiano assolutamente scontato. Per le persone disabili, invece, il semplice accesso alla stanza da bagno può risultare problematico. Entrare nella vasca e restare in piedi, poi, non è sempre fattibile.

Fortunatamente il mercato offre varie opzioni per accessoriare l’ambiente doccia secondo le proprie esigenze. In questo modo anche le persone disabili possono prendersi cura di sé e della propria igiene personale autonomamente e in casa. La presenza di un bagno accessibile non è però una prerogativa da riservare alle mura domestiche. Strutturare ambienti attrezzati per i disabili negli hotel o nelle strutture ricettive in genere, è una scelta saggia e decisamente vantaggiosa.

Ausili doccia per disabili

Le opzioni per fare la doccia sono solitamente tre. Si può scegliere di utilizzare una vasca da bagno, una cabina doccia o di attrezzare il bagno con un open shower. La scelta dipende da molti fattori:

  • le proprie capacità fisiche. Per quanto tempo si riesce a restare in piedi autonomamente? Risulta faticoso entrare e uscire dalla vasca? Dove posizionare i comandi della doccia per assicurarsi di accedervi senza particolari problemi?
  • le dimensioni della propria stanza da bagno. Quanto spazio riservare al vano doccia?
  • i costi necessari per la realizzazione di una doccia. L’opzione più economica è attrezzare una vasca già esistente. La variante più onerosa è sicuramente predisporre un open shower.
  • l’impatto dei lavori e degli interventi necessari. Attrezzare una vasca a doccia risulta relativamente semplice, le altre due opzioni sopraccitate richiedono lavori maggiori.

Nella scelta della nuova doccia si dovrebbe inoltre ragionare sul lungo termine, soprattutto se le condizioni fisiche sono destinate a peggioramento. Il nostro consiglio è di analizzare attentamente quali saranno le proprie reali abilità nell’arco di 1 o 3 anni. Nel tempo, infatti, i semplici gesti quotidiani come entrare o uscire dalla vasca potrebbero diventare un problema, con il rischio di dover attrezzare diversamente l’ambiente doccia.

Un aiuto in più

In commercio esistono dei validissimi ausili a supporto delle con mobilità ridotta. Se accedere alla doccia non è un problema, la difficoltà potrebbe essere quella di restare in piedi per molto tempo. In questi casi la soluzione comporta davvero un piccolo investimento. Basta scegliere una panca da installare sul bordo della vasca consentendo così alla persona disabile di potersi sedere. In alternativa si può optare per dei seggiolini con seduta girevole per vasche da bagno che ne agevolano l’ingresso o l’uscita. Acquistare dei maniglioni da installare nella stanza da bagno, poi, risulta molto utile. Grazie a questi utilissimi punti di appoggio, infatti, la persona disabile può riuscire a spostarsi liberamente, senza troppi timori, all’interno del proprio bagno.

Sedie per doccia

Quando si sceglie la cabina doccia, invece, risultano validi le sedie da doccia collocate direttamente sotto al doccione, oppure i sedili ribaltabili da montare a parete. E’ importante valutare se l’ingresso alla propria doccia prevede uno scalino e se questo, con il passare del tempo, potrebbe costituire un potenziale ostacolo od impedimento. I maniglioni, ancora una volta, possono rivelarsi assolutamente preziosi anche in questa eventualità.

Open Shower

Questa soluzione è senza alcun dubbio il non plus ultra in tema di docce accessibili. E’ come se tutta la stanza da bagno si trasformasse in un ambiente doccia, con una superficie piana, antiscivolo e a tenuta d’acqua, ideale per utenti in carrozzina e soggetti con difficoltà motorie. In commercio sono disponibili anche delle pareti schermanti portatili, che è possibile montare per assicurare la privacy durante la doccia.
L’impatto economico di questa soluzione è significativo, tuttavia in questo modo si ottiene tutto lo spazio necessario per una doccia in totale sicurezza. In alcuni casi può essere necessario montare appositi sollevatori o imbracature, mentre in altri può essere sufficiente la presenza di un familiare o di un assistente. In commercio esistono anche sedute e carrozzine speciali per agevolare l’accesso e l’utilizzo dell’ambiente doccia.

In sintesi

Quando si tratta di accessoriare la stanza da bagno, le soluzioni sono davvero tante e non manca di certo quella che fa al caso nostro. E’ opportuno, prima dell’acquisto, porsi queste semplici domande: qual è il mio grado di autonomia? Sono disposto a fare modifiche significative all’interno del mio bagno? Quale sarà la mia condizione fisica nel medio-lungo termine?
Dalla risposta a queste domande dipenderà la scelta degli accessori o delle opzioni che ci faranno finalmente apprezzare il piacere di una doccia ristoratrice.