Passionate People

Esperienze, racconti, emozioni

di un mondo senza barriere.

Parcheggio per persone con disabilità: tutto quello che devi sapere!

Un parcheggio per disabili è un apposito spazio riservato alle macchine delle persone con disabilità o di chi li accompagna. Questi spazi devono essere larghi almeno 3,6 metri per consentire a una persona con disabilità di muoversi in sicurezza intorno al proprio veicolo.


Questi spazi spesso sono più vicini all’ingresso di qualsiasi centro commerciale, supermercato, ristorante ecc. Questo per dare alle persone con difficoltà motorie una distanza minima dal proprio veicolo alla destinazione da raggiungere. I parcheggi per disabili sono molto importanti in quanto contribuiscono a migliorare l’accessibilità delle persone che lo utilizzano. Per parcheggiare in questi spazi, una persona con disabilità deve richiedere il “bollino blu” alle rispettive autorità.


Questo badge viene utilizzato in tutta Europa e, posizionandolo sul parabrezza del veicolo, indicano a qualsiasi addetto al parcheggio che almeno un passeggero di quella macchina ha una disabilità e quindi ha tutto il diritto di utilizzare quel parcheggio.


Come si riconoscono i parcheggi per disabili?


I parcheggi per disabili si riconoscono dal simbolo internazionale di un utente in carrozzina. Solitamente questi spazi sono colorati di giallo e contrassegnati da un’area tratteggiata. Lo spazio tratteggiato da entrambi i lati è progettato per fornire lo spazio sufficiente per consentire alla persona in carrozzina di scendere facilmente dal veicolo e muoversi con la carrozzina.


Chi può utilizzare il Bollino Blu?


Il bollino blu è pensato per le persone con disabilità o in carrozzina. Quando all’interno di un veicolo c’è una persona con difficoltà motorie, non importa se sei anche il conducente della macchina o un semplice passeggero, esponendo il bollino blu puoi parcheggiare negli spazi riservati. Se il titolare del bollino blu non viaggia nella macchina, familiari e amici non possono utilizzare il bollino blu e non possono parcheggiare nei parcheggi riservati. L’uso improprio del bollino blu può comportare ad una multa salata.


Va ricordato che non tutte le disabilità sono visibili e molte persone soffrono di una disabilità chiamata “disabilità nascosta”. Può trattarsi di qualsiasi cosa, dai problemi cardiaci a delle difficoltà di apprendimento, quindi anche chi soffre di queste disabilità potrebbe parcheggiare nel posto riservato alle persone in carrozzina. Attenzione però, per fare ciò è necessario richiedere e ricevere il già citato “bollino blu”.


Persone con disabilità e parcheggi a pagamento


La normativa prevede che le persone con disabilità, possono parcheggiare nelle aree di parcheggio a tempo determinato, senza limitazioni di orario e senza esporre il disco orario, dove viene richiesto. In più nei parcheggi a pagamento, delimitato dalle linee blu, è possibile parcheggiare gratuitamente, quando gli spazi riservati risultano già occupati. Questo però deve essere stabilito dal Comune di residenza.


Bollino blu temporaneo? Che cos’è è chi può utilizzarlo?


In alcune circostanze eccezionali, è possibile richiedere un bollino blu temporaneo. Può essere usato quando una persona soffre di un infortunio che limita la sua mobilità. Ad esempio, se un individuo si rompe una gamba o ha subito un intervento chirurgico serio di recente, può richiedere un bollino blu temporaneo, per utilizzare legalmente i parcheggi per le persone in carrozzina.


Utilizzo del Bollino Blu all’estero


Puoi utilizzare il Bollino Blu nella maggior parte dei paesi europei; ma prima di partire per una vacanza assicurati che il paese verso cui sei diretto lo accetti. Ad esempio, un turista che proviene dal Regno Unito può utilizzare il Bollino Blu che utilizzano nel loro paese. Attenzione che questo non si può fare in tutti i paesi europei. Altri paesi, come la Francia non riconoscono valido il Bollino Blu del Regno Unito, per parcheggiare negli spazi riservati.


Puoi trovare informazioni specifiche relative a quali paesi riconoscono il Bollino Blu, sui siti istituzionali viene riportato. Ad esempio, nel sito del tuo governo, ministero degli esteri oppure puoi rivolgerti all’ambasciata del tuo paese presente nel paese in cui devi viaggiare.


La mancata verifica può comportare a delle multe salate a causa di un parcheggio sbagliato, e nessuno lo vuole!


Problemi relativi ai parcheggi per disabili


Uno dei maggiori problemi di questi parcheggi è il continuo utilizzo di questi spazi da persone che non ne hanno nessun diritto. Purtroppo, è un problema diffuso in tutta Italia, utenti della strada che spesso si prendono il diritto di parcheggiare in spazi riservati ai disabili. E’ una mancanza di rispetto e di educazione verso tutte le persone con disabilità che hanno bisogno di utilizzare gli spazi a loro riservati.


Come già riportato in questo articolo, lo scopi di un parcheggio è quello di consentire a una persona disabile maggiore spazio per muoversi intorno al proprio veicolo e/p montare e smontare la carrozzina o altri ausili per la deambulazione e la mobilità. I parcheggi per le persone non autosufficienti si trovano più vicino all’ingresso di qualsiasi parcheggio, che si tratti di un supermercato, di una palestra, di un cinema o di qualsiasi altro ambiente.


In conclusione…


Un ultimo consiglio è di non lasciare in modo permanente il bollino blu visibile sul parabrezza. Soprattutto nel periodo estivo, con la luce del sole l’inchiostro si può sbiadire sulla parte anteriore. Questo può renderlo illeggibile per tutti coloro che cercano di vederlo.