Passionate People

Esperienze, racconti, emozioni

di un mondo senza barriere.

Trucchi e consigli per chef in carrozzina!

ripiano cucina bianca barattol

Chi si muove grazie ad una carrozzina lo sa bene: cucinare può risultare difficile! Se la cucina non é attrezzata per agevolare un cuoco con una mobilità limitata, la situazione non può che peggiorare. Raggiungere gli oggetti dalla carrozzina può essere un’impresa e la sfida si complica ulteriormente se la funzionalità del tronco é compromessa o in caso di spasticità muscolare.

Per questo motivo abbiamo raccolto alcuni consigli per imparare a  riprendere possesso del fulcro della tua casa: è tempo tempo di dire basta a pranzi e cene riscaldati al microonde

Per cominciare procurati un vassoio per carrozzina

Questo accessorio è estremamente funzionale e versatile in cucina. Ti serve una superficie stabile e accessibile per le tue ricette? Semplici impasti o piccole lavorazioni possono essere tranquillamente gestiti su questo piano di appoggio, anziché sul bancone da cucina.

Non solo, un buon vassoio per carrozzina può servire da riparo e protezione. Pensa a quando devi trasferire teglie fumanti appena uscite dal forno o spostare pentole e padelle dai fornelli, ad esempio. Il tavolino crea una barriera tra te e i contenitori, mettendoti al riparo da possibili schizzi o scottature.

Questo accessorio, infine, é un prezioso supporto per trasferire i tuoi piatti: una volta preparate le pietanze, potrai portarle in tavola appoggiandole sul vassoio e mantenere le mani libere per guidare la carrozzina.

Usa contenitori più piccoli e maneggevoli

Pentole e recipienti troppo pesanti, difficili da aprire e afferrare non fanno per noi.  Per semplificarti la vita scegli contenitori più piccoli, facili da tenere in mano e da aprire. Meglio usarne uno in più, ma che sia maneggevole.

Quando hai trovato il recipiente giusto per te, semplice e pratico da usare, trasferisci lì gli ingredienti che attualmente tieni nei contenitori più grandi, scomodi o difficili da maneggiare. Ad esempio, se il latte é troppo pesante da sollevare o il tappo della bottiglia é duro da svitare, trasferiscine una minor quantità nel tuo nuovo recipiente. In questo modo sarà facile da aprire e versare!

Fai scorta di fascette in plastica!

Le fascette non sono i tipici accessori “da cucina”, ma possono rivelarsi preziose alleate nella realizzazione di punti di aggancio e presa.

Il primo posto in cui piazzare le fascette é sicuramente attorno alle maniglie del frigo e della credenza. Otterrai da subito un duplice vantaggio: estenderai la dimensione della maniglia, rendendola più semplice da raggiungere e aumenterai la lunghezza del supporto da tirare. I pomelli delle credenze o dei pensili possono essere particolarmente difficili da afferrare, soprattutto per chi soffre di tensioni o spasmi muscolari. La fascetta in plastica fissata attorno alle maniglie ti consentirà invece di inserire la mano o le dita all’interno del cappio e di esercitare una trazione più agevole e controllata.

Un altro modo di utilizzare le fascette é quello di applicarle sui contenitori fuori portata, difficili da raggiungere. Se riuscirai a fissarle in modo corretto, le fascette ti consentiranno di avere un appiglio da tirare, per portare l’oggetto verso di te. L’unico accorgimento da non trascurare é quello di evitare di tirare l’oggetto fino a farlo cadere dal ripiano o dallo scaffale su cui poggia, prima di esserti assicurati di riuscire ad afferrarlo.

Fodera i cassetti e l’interno mobili

Foderare i cassetti e l’interno di pensili e credenze con un rivestimento antiscivolo può essere un’altra ottima idea. I rivestimenti aiutano a trattenere gli oggetti in posizione. Quante volte capita che le pentole finiscano in fondo al mobile e non siano più a portata di mano? Le tazze, poi, possono scivolare o capovolgersi e i vari utensili finire contro lo schienale dei cassetti.

Riuscire a mantenere ogni cosa ferma al proprio posto non potrà che agevolare e velocizzare le incombenze domestiche. Non da ultimo, potrà anche evitarti ferite e lesioni. Se ti sporgi dalla carrozzina o ti sbilanci per dare la caccia a chincaglierie finite chissà potresti cadere. Oppure, più semplicemente, potresti pizzicarti o graffiarti mani e braccia.

Adatta la tua cucina

Anche la tua cucina potrebbe aver bisogno di qualche aggiustamento. Probabilmente ti servono di spazi di manovra più ampi per spostarti con la carrozzina e utilizzare tutti gli elettrodomestici. Può esserti utile avere un bancone o un piano di appoggio di altezza inferiore allo standard, per consentirti di raggiungerli agevolmente anche da seduto.

Gli interventi di adeguamento possono richiedere molto tempo e risultare onerosi, ma se dovessi incontrare qualche difficoltà ricordati che in molti paesi dell’Unione Europea sono previsti contributi e agevolazioni per le ristrutturazioni domestiche. Ti basterà informarti sulle normative vigenti nel tuo paese e presentare la relativa domanda. Il contributo che ti verrà eventualmente erogato ti consentirà di rendere la tua casa molto più accessibile.

A cura di:  Annie Beth Donahue, scrittrice di professione sensibile alle tematiche di salute e disabilità. Il suo profilo completo é consultabile qui: www.anniebethdonahue.com