Passionate People

Esperienze, racconti, emozioni

di un mondo senza barriere.

Lesione spinale in età scolastica: cinque consigli per affrontare alla grande il ritorno sui banchi di scuola!

Tornare a scuola dopo una lesione del midollo spinale è un passo fondamentale. La felicità di ritrovare i compagni di classe e la proprio quotidianità è immensa. Tuttavia, sarà necessario abituarsi a questo nuovo cambiamento.


Innanzitutto, un po’ alla volta devi imparare a muoverti all’interno della scuola con la tua carrozzina. Prenditi del temo per familiarizzare con gli spazi che frequenti: le aule, i servizi, la palestra, etc. Dopodichè è importante che pianifichi la tua giornata tenedo presente dei tempi che ti sono necessari per gli spostamenti, per andare in bagno o per prendere le tue medicine.


Di seguito trovi cinque aspetti da tenere in considerazione:

  1. Confronto e organizzazione


Il primo consiglio è quello di confrontarti per tempo con gli insegnati, con i tuoi compagni e con il personale della scuola delle tue esigenze.
Avrai bisogno, ad esempio, di più tempo per spostarti da una classe all’altra. Per risolvere questo problema puoi accordarti con i professori per uscire prima dalla classe ed avere così il tempo di raggiungere la lezione successiva.


Ti serviranno sicuramente delle pause extra per andare in bagno o per assumere dei farmaci: condividi con i tuoi insegnanti la tua agenda in modo da permettere loro di organizzare al meglio le lezioni.
Cerca di essere preciso nelle tue richieste. E ricorda: rispettare il tempo altrui è il modo più semplice per fare in modo che loro rispettino il tuo!

2. Scrivanie e posti a sedere


Che tu sia seduto nel tuo banco di scuola o al tavolo della mensa, assicurati di avere delle postazioni adeguate. Se i tavoli hanno le dimensioni e la giusta altezza, sarà più facile muoverti con la carrozzina. Fai delle prove: ogni persona che si muove in carrozzina ha esigenze specifiche. Trova la soluzione più vantaggiosa per le tue!


3. Armadietti adeguati


Se a scuola hai degli armadietti, devi poterli raggiungerli comodamente. Un armadietto troppo alto o troppo basso può causare delle complicazioni al tuo stato di salute fisico e mentale. Assicurati, ad esempio, di essere in grado di chiuderlo in autonomia, senza dover chiedere sempre aiuto a qualcuno.

4. Parcheggio


Da tempo ormai anche le scuole si stanno organizzando per avere parcheggi riservati per utenti disabili. Solitamente si trovano vicino all’ingresso oppure vicino a ingressi secondari. Assicurati che, oltre ad un parcheggio adeguato, non vi siano barriere architettoniche che ti impediscono di entrare. Eventualmente, richiedi una rampa per entrare nell’edificio con la tua carrozzina.


5. Educazione fisica


La lezione più difficile da gestire è quella di educazione fisica. Metti in contatto il tuo insegnante e il tuo medico, affinchè quest’ultimo gli indichi quali esercizi fisici puoi fare e quando farli. Con il tuo professore, poi, puoi concordare in anticipo le attività da svolgerle insieme a tutta la classe in base agli esercizi fisici in cui ti senti più sicuro e quelli in cui non lo sei ancora!


Cosa fare se sorgono nuove esigenze?


Nessuna paura e, semplicemente, parlane. Ogni volta che si presenta un problema a scuola, parla con i tuoi insegnanti o con i tuoi compagni. Il loro obiettivo è aiutarti a sostenere lo stesso percorso di apprendimento di tutti gli altri studenti. All’inizio potresti avere qualche difficoltà. E’ normale quando si affrontano esperienze nuove. L’importante è non mollare MAI: i risultati arriveranno!


Autore: Annie Beth Donahue è una scrittrice professionista con un focus sulla salute e sulla disabilità. La puoi trovare su www.anniebethdonahue.com